Tragedia L’Aquila, donna indagata per omicidio stradale

  Tragedia L’Aquila: è stata indagata per omicidio stradale la donna proprietaria dell’auto al centro dell’incidente avvenuto nella scuola materna “Primo maggio” in cui sono stati investiti sei bambini, uno morto (un bimbo di 4 anni) e altri 5 feriti. Secondo quanto si è appreso gli inquirenti hanno proceduto alla formalizzazione dell’accusa per procedere ad […]

google news

 

Tragedia L’Aquila: è stata indagata per omicidio stradale la donna proprietaria dell’auto al centro dell’incidente avvenuto nella scuola materna “Primo maggio” in cui sono stati investiti sei bambini, uno morto (un bimbo di 4 anni) e altri 5 feriti.

Secondo quanto si è appreso gli inquirenti hanno proceduto alla formalizzazione dell’accusa per procedere ad una serie di esami ed accertamenti offrendo la garanzia della nomina di un difensore. Da ore il pubblico ministero responsabile dell’inchiesta e gli investigatori della Squadra mobile stanno ascoltando testimoni negli uffici della Questura del capoluogo abruzzese.

Allo stato il dato certo è che la donna aveva parcheggiato in salita l’auto, una Volkswagen Passat, e che all’interno della macchina stessa c’era il figlio minore. La donna era andata a prendere gli altri suoi piccoli. I magistrati hanno già nominato due consulenti per ricostruire una dinamica certa di quanto accaduto.

Una bimba ed un bimbo, in gravi condizioni, sono stati trasferiti in elisoccorso ed eliambulanza al Policlinico Gemelli di Roma dall’Aquila in seguito all’incidente avvenuto nella scuola di Pile.

A darne notizia è la Direzione medica di presidio del capoluogo abruzzese. “I bambini coinvolti sono sei ed il Servizio 118 è accorso subito con quattro ambulanze e un’eliambulanza”, si spiega.

Una bimba è stata trasferita subito tramite elisoccorso al Policlinico Gemelli e così anche in eliambulanza un altro bimbo. “Un ulteriore bambino sarà trasferito all’ospedale Pediatrico Bambino Gesù tramite ambulanza. Per due gemellini si stanno tutt’ora completando gli accertamenti”.

Al Pronto Soccorso Pediatrico “oltre a ulteriore personale della Pediatria richiamato in servizio sono intervenuti tutti gli specialisti rianimatori, neurochirurghi, ortopedici, chirurghi generali, chirurghi maxillo-facciali e tutto il personale a supporto. Il Presidio Ospedaliero San Salvatore sta offrendo ai familiari il supporto psicologico necessario”.

google news

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

Leggi anche

Al Parco Archeologico di Ercolano si chiude un’estate da sold-out

Grande successo per i percorsi serali del Venerdì.

Pescatori di frodo di Napoli denunciati in Abruzzo

Due pescatori di frodi provenienti da Napoli sono stati bloccati in mare dopo un inseguimento ad Ortona in provincia di Chieti

Calcio Napoli, 10 tifosi multati e altri 7 denunciati

Diversi gli episodi segnalati durante partite di campionato e Champions giocate allo stadio Maradona

Il grido dei piccoli studenti di Melito: “Non lasciateci soli”

Stamane la proteste delle mamme: "Quella coltellata ha ferito tutti noi"

IN PRIMO PIANO

Pubblicita