Aggiornato -

18 Agosto 2022 - 20:00

Aggiornato -

giovedì 18 Agosto 2022 - 20:00
HomeAttualitàItaliaIptv illegali,sequestrate 500 risorse web e 40 canali Telegram

Iptv illegali,sequestrate 500 risorse web e 40 canali Telegram

Il Nucleo Speciale Tutela Privacy e Frodi Tecnologiche della Guardia di Finanza ha condotto una […]
google news

Il Nucleo Speciale Tutela Privacy e Frodi Tecnologiche della Guardia di Finanza ha condotto una nuova indagine per il contrasto del fenomeno della pirateria audiovisiva, la cosiddetta IPTV – Internet Protocol Television, realizzata attraverso la trasmissione non autorizzata di contenuti protetti su rete internet.

La scorsa settimana in occasione dell’ultima giornata del campionato di calcio di serie A e della finale di Conference League gli specialisti informatici delle Fiamme Gialle hanno registrato centinaia di nuovi servizi e di risorse dedite alla vendita di attività di IPTV mediante streaming illegali.

Numerosi canali Telegram -tra cui alcuni con oltre 20.000 iscritti- ne pubblicizzavano i vantaggi e la convenienza offrendo in un unico abbonamento chiamato ‘Applicazione Ufficiale’, ad un prezzo irrisorio, qualsiasi canale TV e PAY TV visibile in simultanea da qualunque dispositivo (Telefono, tablet, televisore, Computer, etc) assicurando la possibilità di una prova gratuita della durata di un’ora, assicurando la garanzia di anonimato a vantaggio dei fruitori.

Contestualmente al sequestro delle oltre 500 risorse Web e dei relativi 40 canali Telegram, avvenuto in simultanea con la prima gara del week-end e nuovamente riproposto per la finale della competizione europea, è stato, infatti, implementato un vero e proprio sistema di tracciamento che ha consentito di individuare i fruitori dei flussi pirata.

Chiunque ha provato a di collegarsi ai servizi pirata è stato immediatamente reindirizzato su un apposito pannello informativo che avvertiva che il sito tramite il quale si stava visionando il programma era sottoposto a sequestro ed i dati di connessione tracciati.

Le conseguenti analisi svolte dagli investigatori hanno, allo stato, consentito di appurare l’esistenza di un nuovo sistema di gestione dei flussi informatici, denominato “Stream Creed”, che risulterebbe derivare dal codice sorgente della già nota “Xtream Code”, piattaforma pirata mondiale smantellata dal medesimo Nucleo Speciale nel 2019.

Redazione Cronache
Redazione Cronachehttps://www.cronachedellacampania.it
Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

google news

Leggi anche

Al Villammare Film Festival attesi Ornella Muti, Pino Quartullo, Mariagrazia Cucinotta, Corinne Clery e altri

Un poker di dive e un tris di assi la mano che il Villammare Festival Film&Friends si appresta a giocare per la sua ventunesima...

Napoli, tenta di rubare uno scooter al Vomero: arrestato

Napoli, tenta di rubare uno scooter al Vomero: arrestato Stamattina gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e del Commissariato Arenella, durante il servizio di controllo del...

Napoli, turista fotografa i due rapinatori e li fa arrestare

Napoli. Turista fotografa i due rapinatori e li fa arrestare. Avevano tentato di rapinarla in piazza Dante: due persone fermate dai Falchi della Squadra...

Punta Campanella, escursioni gratuite in mare per disabili e anziani

Punta Campanella, escursioni gratuite in mare per disabili e anziani L'Area Marina Protetta mette a disposizione il suo gozzo per 10 visite guidate alla scoperta...
spot_img

IN PRIMO PIANO

Pubblicita