Biden annuncia il ritiro dalle presidenziali Usa e lancia Kamala Harris

"È stato il più grande onore della mia vita...

“Foto del buongiorno e della buonanotte contengono virus”. La catena Whatsapp è un bufala

SULLO STESSO ARGOMENTO

Su WhatsApp non potremo più inviare immagini buongiorno e buonanotte perché queste contengono virus che possono formattare il cellulare?

PUBBLICITA

 

Il testo della bufala è questo: “Ciao…Se non lo sai già…ti avviso che da domani niente buonanotte e buongiorno con foto. Ti passo l’avviso. Per favore avvisa tutti i contatti della tua lista di non aprire e inviare le foto di buongiorno e buonanotte ce ne sono alcune che sono virus che formattano il tuo cellulare. Attenti è molto pericoloso. L’hanno annunciato oggi alla Rai TV, a Mediaset premium, a La 7, a Sky tg 24 e altre emittenti televisive e radio. Diffondi più che puoi SOLO PAROLE SCRITTE”

 

Questa è la nuova bufala attualmente in circolazione sulla popolare applicazione di messaggistica, ma è in realtà una vecchia catena che ritorna con forza a farsi sentire. Il testo del messaggio resta lo stesso così come l’allarmismo che porta con se e che spaventa chi, abituato a condividere le famose foto in ogni parte della sua giornata, teme ora di subire qualche danno al telefono.

 

Se guardiamo come funziona la ricezione delle foto sull’applicazione di messaggistica pare evidente che quando riceviamo una foto non dobbiamo cliccare niente per aprirla, perché ci compare già visibile.

Tra l’altro si parla di “cellulare” mentre i dispositivi con cui si può usare WhatsApp sono gli smartphone e hanno un funzionamento leggermente differente dai cellulari.

Il messaggio in questione, si ripete dal 2017 a cadenza annuale e anche quest’anno il panico è dilagato.

 

Un’altra bufala che sta girando è che WhatsApp diventerà a pagamento, la bufala era girata anche lo scorso anno e come avvenne la volta scorsa non succederà niente. Diversi anni fa, l’App di messaggistica più usata era passata a pagamento un canone annuo MA il canone è stato tolto e le possibilità che torni a pagamento sono praticamente nulle soprattutto se si considera che attualmente ci sono molte applicazioni di messaggistica istantanea concorrenti che ne approfitterebbero immediatamente e dove tanti utenti migrerebbero.

 

Purtroppo molte persone cadono nella trappola delle bufale, ma capire se una notizia è vera o falsa è molto più semplice di quanto non si creda.

 

Ecco alcuni modi per capire se una notizia è falsa:

 

  1. Cercare la notizia su Google accompagnata dalla parola Bufala: Nel caso della notizia di cui si parla in questo articolo si può scrivere “foto Buongiorno Whatsapp bufala”. In base alle notizie che appariranno potrete farvi la vostra opinione
  2. Cercare la notizia su siti affidabili: Per esempio potreste provare a cercare la notizia su altri siti di notizie, confrontando le versioni potrete farvi la vostra opinione al riguardo
  3. Spirito Critico: Affidatevi anche al vostro spirito critico, leggete bene la notizia e domandatevi “Questa notizia è verosimile?”, se vi è possibile chiedete a qualcuno che conosce l’argomento della notizia meglio di voi.

 

Collegata alle bufale, c’è la problematica delle email di phishing.

Cosa sono le mail di Phishing?

“Il phishing è un tipo di truffa effettuata su Internet attraverso la quale un malintenzionato cerca di ingannare la vittima convincendola a fornire informazioni personali, dati finanziari o codici di accesso, fingendosi un ente affidabile in una comunicazione digitale.”

 

Vi è mai capitato di ricevere mail dall’enel che vi dice che avete ricevuto un rimborso? Oppure da Amazon che vi dice che avete qualcosa di urgente da pagare?

Oppure una mail da Paypal che vi minaccia di chiudere l’account se non cliccate su un link?

 

Ecco, molto spesso queste sono mai di phishing?

Riconoscerle è abbastanza facile:

 

  1. Molto spesso cominciando con “Caro cliente”: La maggior parte delle mail che vi arrivano da siti affidabili cominciano con il vostro nome. Se c’è scritto solo “caro cliente” è probabile che sia una truffa
  2. La grammatica è scadente: Questo tipo di mail sono sgrammaticate, spesso sono scritte un po’ in inglese un po’ in italiano. I siti affidabili vi mandano mail scritte in Italiano corretto
  3. Controllate la mail del mittente: Se cliccate su rispondi, dovrebbe comparirvi la mail del mittente. Se non corrisponde alla mail reale del sito da cui dovrebbe arrivare è phishing
  4. Copia-incollate la mail su Google: Esatto, se fate questa semplice verifica i primi risultati vi diranno se è una mail di phishing
  5. Chiamate o mandate una mail al mittente reale. Se avete dubbi, cercate sul sito del presunto mittente un contatto (mail o telefono) e spiegate cosa è successo. Sapranno sicuramente dirvi se la mail è falsa o meno.

 

Fate molta attenzione, è facile cadere nei tranelli delle fake news e delle mail di phishing.

facebook

LEGGI ANCHE

googlenews

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA