Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Cronaca Napoli

Napoli, carabinieri corrotti, il procuratore Melillo: ‘Fiducia nell’Arma’

Pubblicato

in



 “Non ho bisogno di riaffermare la fiducia nell’Arma sempre massima e intatta, che si fonda su basi solidissime. Massima gratitudine ai carabinieri per il lavoro che fanno in uno dei contesti più difficili”. A dirlo, il procuratore di Napoli, Giovanni Melillo, dopo l’indagine che vede indagati 8 militari dell’Arma.  “La condotta dei carabinieri arrestati non ha inficiato l’azione di contrasto alla camorra dell’Arma”. Lo ha sottolineato il generale Canio Giuseppe La Gala, comandante provinciale dei carabinieri di Napoli, commentando l’operazione del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna, accusati, vario titolo, tra l’altro, di corruzione e rivelazione di segreto d’ufficio a presunti esponenti del clan Puca. “I fatti sono un pò datati (risalgono al 2017) – ha aggiunto – e alcuni militari non fanno più in servizio a Napoli. Grazie agli anticorpi dell’arma siamo riusciti a fare luce sulle azioni infedeli dei carabinieri”, ha concluso il generale La Gala.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Giudiziaria

Omicidio del giovane calciatore di Miano: chiesta la conferma dei 17 anni di carcere per l’assassino

Pubblicato

in

omicidio giovane calciatore miano

Napoli. Il procuratore generale della Corte di Appello di Napoli ha chiesto la conferma della condanna a 17 anni di reclusione per Alfredo Galasso il 32enne reo confesso per l’omicidio Raffaele Perinelli, il giovane calciatore di Napoli accoltellato dopo una lite  davanti a un circolo ricreativo di Miano, il 6 ottobre del 2018.

 

Per Galasso il pm in primo grado aveva richiesto una condanna a 30 anni di reclusione. Il processo si era celebrato con rito abbreviato davanti al gup Pietro Carola. Galasso era reo confesso e  aveva chiesto scusa in aula alla famiglia del giovane calciatore di Miano. Lello Perinelli, 21 anni, morì l’8 ottobre 2018, accoltellato al cuore dall’omicida 31enne per una lite che risaliva a otto giorni prima. I due facevano parte dello stesso gruppo di amici.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Napoli, Galasso in aula: ‘Chiedo perdono alla famiglia di Lello Perinelli’

Napoli, omicidio di Lello Perinelli, la famiglia e l’avvocato in aula: ‘Fu premeditato’

Dal giorno del diverbio, Galasso era uscito di casa con un coltello dalla grande lama, mai ritrovato. Quando i due si incontrarono di nuovo per strada, volarono parole grosse, e Galasso estrasse il coltello e uccise Perinelli.

Continua a leggere



Cronaca Napoli

Napoli, pusher catturato dai Falchi a Pianura

Pubblicato

in

Napoli. Un pusher 28enne di Pianura è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Ieri mattina i Falchi della Squadra Mobile, durante un servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno effettuato un controllo in via Marano Pianura presso l’abitazione di un giovane che è stato trovato in possesso di 22 bustine contenenti cannabis per un peso complessivo di circa 26 grammi, 2 bilancini e diverso materiale per il confezionamento della sostanza.
L’uomo, un 28enne di Marano di Napoli, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Gli investigatori ora stanno cercando di risalire ai contatti del ragazzo e ai suoi probabili fornitori.

Continua a leggere



Le Notizie più lette