Superenalotto: luglio con il jackpot da record: si parte con 179,6 milioni di euro

Il mese di luglio si apre con un jackpot record da ben 179,6 milioni di euro, per una sestina che sfugge alla cattura da più di un anno: l’ultimo ‘6’ fu centrato il 23 giugno 2018 e il jackpot ha migliorato il precedente primato che apparteneva ai 177,7 milioni vinti con la Bacheca dei Sistemi (divisi fra 70 giocatori) nell’ottobre del 2010. La sestina del Superenalotto, ricorda l’agenzia Agimeg, mette in palio ancora una volta il premio più alto non solo d’Europa – l’Euromillions vale 66 milioni di euro e l’Eurojackpot 10 milioni – ma del mondo, con il Powerball che vale 150 milioni di dollari (circa 132,5 milioni di euro) e il MegaMillions 83 milioni di dollari (73,3 milioni di euro). Nella storia del Superenalotto, solamente in sei occasioni il jackpot è stato centrato nel mese di luglio: nel 2015 ad Acireale, in provincia di Catania (21,8 milioni di euro), nel 2013 in provincia di Bologna (13,9 milioni), nel 2004 a Trieste (2,2 milioni), nel 2000 a Ostia, in provincia di Roma (29,2 milioni), nel 1999 a Pomigliano d’Arco, Napoli (5,3 milioni) e nel 1998 a Treviso (1,2 milioni). Nel primo semestre del 2019 il Superenalotto – comprendente anche la raccolta del SiVinceTutto – ha incassato oltre 826,9 milioni di euro. Da inizio anno la raccolta ha beneficiato del jackpot record arrivato a sfiorare 180 milioni di euro, la sestina più alta di sempre che ha superato anche il precedente primato che apparteneva ai 177,7 milioni vinti nell’ottobre 2010. Nell’anno in corso non è ancora stato centrato alcun “6” – sfugge dal giugno 2018, quando furono vinti oltre 51 milioni di euro grazie alla Bacheca dei Sistemi Sisal – ma in compenso è stato assegnato un “5+” da 581mila euro che ha premiato Pescara e due “5Stella”, realizzati in provincia di Napoli e di Palermo, per un totale di 1,3 milioni di euro.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati