Napoli http://www.booked.net
+18°C

Seguici sui Social

Pozzuoli

Pozzuoli, le fiamme distruggono ettari di macchia mediterranea sulla Solfatara

Redazione Cronache della Campania

Pubblicato

il




La scorsa notte le fiamme hanno aggredito, in provincia di Napoli uno dei siti dei Campi Flegrei piu’ suggestivi e maggiormente frequentato da turisti italiani e stranieri: il vulcano Solfatara. Distrutte completamente dal fuoco decine di ettari di macchia mediterranea e sottobosco sul costone ovest del vulcano. Le fiamme innescatesi sul pendio basso del vulcano in tarda serata, si sono estese, alimentate dal vento, su tutto il costone a verde dell’area vulcanica creando per ore panico tra i numerosi campeggiatori presenti all’interno del sito e preoccupazioni tra i residenti del rione Solfatara sul lato alto della collina. Sul posto sono potuti intervenire solo mezzi di terra dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile, data l’oscurita’. Una decina di mezzi dei pompieri con Polizia municipale carabinieri si sono prodigati a piu’ riprese per domare l’incendio. Alcuni mezzi sono dovuti entrati all’interno del vulcano per evitare che le fiamme si estendessero alla vegetazione della conca interna e all’attiguo campeggio. Chiusa al traffico via Coste di Agnano, una stretta e ripida stradina che conduce alla sommita’ del vulcano. A coordinare le operazioni di intervento anche il sindaco, Vincenzo Figliolia, con alcuni rappresentati dell’amministrazione. I danni al patrimonio boschivo sono ingenti e se come dalle prime risultanze l’incendio e’ di natura doloso, si configura un pericolo per le tre aree a verde del territorio: Oasi degli Astroni con la conca di Agnano, Monterusciello e l’area della Solfatara con Cigliano. Tra venerdi’ e ieri altri incendi si erano sviluppati nella conca di Agnano ed in via Antiniana che si trovano sulla dorsale opposta della Solfatara. “C’e’ necessita’ di un controllo sociale del territorio – ha detto l’assessore alla cultura, Maria Teresa Moccia Di Fraia, presente alle operazioni di intervento – non solo le istituzioni ma anche i singoli cittadini devono divenire sentinelle attive per difendere il territorio dalle continue aggressioni. Non solo deturpano la nostra terra, ma allontanano anche i flussi turistici”.

Link Sponsorizzati

Cronaca

Pozzuoli, ormeggiano nel porto barca rubata: denunciati due giovani

Redazione Cronache della Campania

Pubblicato

il

Questa mattina durante i rafforzati controlli, effettuati dalla Polizia di Stato e dalla Guardia Costiera di Pozzuoli, in occasione del vertice G7 che si sta svolgendo ad Ischia, sono stati bloccati due giovani mentre trasportavano delle taniche di benzina su di un natante ormeggiato nel alla banchina “Emporio Nord”.
I poliziotti del commissariato di Pozzuoli unitamente ai guardia costa hanno bloccato i due giovani entrambi napoletani di 24 e 20anni, con precedenti di Polizia. Dal controllo è emerso che il natante da diporto, un Seawhirl, dal valore attuale di euro 35.000,00 era stato rubato nella notte da un club nautico di Formia.
Il proprietario ignaro del furto si è subito recato in commissariato, dove ha appreso che anche gli oggetti che erano presenti in cabina erano stati rubati e già venduti come le 9 canne da pesca da 4.500,00 euro ed un motore honda da 10 cavalli fuoribordo da 3.500,00 Euro circa.
I due giovani sono stati denunciati in stato di libertà per il reato di ricettazione e per entrambi è stata avviata la procedura del provvedimento preventivo del questore del divieto di ritorno nel comune di Pozzuoli.

Continua a leggere

Pozzuoli

Pozzuoli, bersagliata dai ladri si barrica nel negozio per protesta

Redazione Cronache della Campania

Pubblicato

il

 

Si e’ chiusa per tre giorni nel suo negozio di merceria al Rione Toiano, periferia nord di Pozzuoli, per protestare contro le vessazioni della microdelinquenza locale. Filomena Morra, 70 anni, una vita a condurre il negozio di famiglia, da alcuni mesi e’ stata presa di mira da giovani malviventi che periodicamente l’hanno rapinata, procurato danni all’esterno del negozio e alla serranda, fino, qualche notte fa, a tentare di sfondare l’ingresso, per mettere a segno un colpo.
L’anziana donna – che si era trasferita a vivere nel retrobottega dell’esercizio commerciale, un terraneo in via Cicerone, proprio per timore che i delinquenti potessero entrarvi nottetempo – e’ riuscita a metterli in fuga urlando e facendo accorrere i vicini. Il fatto pero’ ha segnato profondamente Filomena che da lunedi’ mattina ha avviato la sua personale protesta rinchiudendosi nel negozio senza aprire all’attivita’ e rifiutandosi di rispondere ai vicini.
Vicini che oggi, preoccupati del perdurare della chiusura del negozio e non ricevendo risposte dalla donna, hanno allertato i Carabinieri ed i Vigili del Fuoco per constatarne le condizioni di salute.
E’ stata una intensa mattinata di sollecitazioni per farla desistere. Inutile. La vicenda si e’ conclusa nel pomeriggio allorche’ l’ingresso e’ stato forzato dai Vigili del Fuoco.
La donna e’ stata trovata impaurita, ma in condizioni normali di salute. E’ stata rassicurata su una vigilanza piu’ assidua, ma soprattutto le e’ stato offerto e le sara’ installato un sistema di videosorveglianza per il controllo del negozio. (ANSA). W08-DLP 18-OTT-17 18:38 NNNN

Continua a leggere

Cronaca Nera

Pozzuoli, affiliato al clan Beneduce sottoposto alla sorveglianza speciale

Redazione Cronache della Campania

Pubblicato

il

Gli agenti del Commissariato di PS Pozzuoli hanno sottoposto alla misura di Prevenzione della Sorveglianza Speciale di PS con obbligo di soggiorno nel comune di Pozzuoli per la durata di anni 3 oltre al versamento di una cauzione di euro 8.000,00, A. D’A. 57enne puteolano.
L’uomo, appartenente al clan camorristico puteolano “Longobardi – Beneduce”, in seguito alla richiesta di rivalutazione della pericolosità sociale proposta dall’Ufficio “Misure di Prevenzione e Sicurezza” del Commissariato P. S. “Pozzuoli”, è stato sottoposto ai vincoli della misura di prevenzione come disposto dal Tribunale di Napoli sezione per l’applicazione delle misure di prevenzione.

Continua a leggere

I più letti