Napoli http://www.booked.net
+18°C

Seguici sui Social

Ercolano

Vesuvio: nuovo incendio a Ercolano

Redazione Cronache della Campania

Pubblicato

il




Un nuovo incendio e’ in atto nei pressi di una fattoria in via Cegnacolo, a Ercolano , in una zona vicina al territorio di San Sebastiano al Vesuvio. Uomini dell’Esercito e della Polizia di Stato – riferisce il vicesindaco di San Sebastiano al Vesuvio Giuseppe Panico presente sul posto – hanno messo in sicurezza la strada dalla quale e’ visibile una nube di fumo alta. Al momento si e’ in attesa dell’intervento dei vigili del fuoco.

Link Sponsorizzati

Cultura

Ercolano: il Miglio d’Oro e il territorio vesuviano, tra storia e prospettive future

Regina Ada Scarico

Pubblicato

il

In programma nella sede della Fondazione Ente Ville Vesuviane in Villa Campolieto a Ercolano, un ciclo di tre conferenze sulla ricchezze culturali, volute e curate dal professore Giuseppe Galasso – presidente della Fondazione Ente Ville Vesuviane – che rientrano nell’ambito del Festival delle Ville Vesuviane 2017 che si apre per la prima volta agli incontri di studio e di parola. Si parte domenica 22 ottobre alle 11.00 con “Il grande progetto Pompei e il territorio vesuviano” a cui parteciperà Massimo Osanna, direttore generale della Soprintendenza di Pompei;.
Domenica 29 ottobre alle 11.00 si discuterà di “Travestimenti del Grand tour: il poeta, lo scienziato e l’archeologa” con Emma Giammattei, preside della Facoltà di Lettere dell’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa. Si chiude domenica 12 novembre sempre alle 11.00 con “Ottimismo e pessimismo nella società post-industriale” con Domenico De Masi, professore emerito di Sociologia del lavoro presso l’Università La Sapienza di Roma.
”Queste conferenze sono una novità nella tradizione della Fondazione e sono nate dal nostro sforzo di trasformare il Festival delle Ville Vesuviane da momento di spettacolo legato alla stagione estiva, a manifestazione multidisciplinare di programmazione annuale” fa sapere il presidente Galasso.
”Gli incontri verteranno sulla ricchezza culturale dell’ambito vesuviano, anche in relazione a diversi aspetti, tra cui gli attuali problemi sociali del territorio; si tratta, a ogni modo, di un tema che una Fondazione come l’Ente Ville Vesuviane deve far emergere, valorizzare, con l’auspicio che l’iniziativa sia un segnale in tale direzione e che abbia un seguito nei prossimi anni”.

Continua a leggere

Ercolano

Ercolano, affondamento del Rosinella: la famiglia dice no all’archiviazione dell’inchiesta

Renato Pagano

Pubblicato

il

Ad un anno dal ritrovamento della salma del comandante Giulio Oliviero in una botola all’ interno del peschereccio la famiglia sollecita un’opposizione alla richiesta di archiviazione del fascicolo da parte del PM della Procura di Cassino.
Ancora oggi non si conoscono le responsabilità che portarono a quel tragico incidente. Il peschereccio, uscito dal porto di Formia per la battuta di pesca, si inabissò a  62metri di profondità a 7 miglia da punta Stendardo, costando la vita ai tre membri dell’equipaggio: il comandante 44enne Giulio Oliviero di Ercolano e i due marinai tunisini Khalipa e Saipheddine Sassi, padre e figlio di 59 e 25 anni.
I corpi dei marinai furono subito ritrovati, quello del comandante campano dopo circa 6 mesi in una botola della barca. Contestata da parte della famiglia Oliviero e la vedova Rosa Imperato la perizia disposta dal sostituto procuratore Marra e realizzata dall’ esperto di navigazione Giovanni Di Russo, nella quale si dice che la causa dell’affondamento sarebbe stata la rottura di un manicotto d’acciaio del motore dovuta ad alcuni interventi di manutenzione per meano del comandante.
La parte civile ha risposto con una perizia di parte dell’ingegnere navale militare Domenico Pisapia e da quello meccanico Sebastiano Molaro i quali hanno sottolineato l’impossibilità dell’affondamento di una barca di 28 tonnellate in pochi minuti per la rottura di un semplice manicotto d’acciaio.

Continua a leggere

Cronaca

Ercolano. Operazione ”alto impatto”: numerosi arresti

Renato Pagano

Pubblicato

il

Nel corso di un servizio ad “alto impatto” i carabinieri della compagnia di Torre del Greco hanno arrestato due 46enni e di Napoli, bloccati immediatamente dopo aver rubato da un ristorante una televisione, 68 bottiglie di vino e pentolame vario. La perquisizione sul loro veicolo ha portato al rinvenimento e sequestro di diversi arnesi atti allo scasso. gli arrestati attendono il rito direttissimo. Nel corso dei servizi sono stati denunciati in stato di libertà: un uomo che deteneva 10 grammi di hashish a fini di spaccio; un uomo che aveva installato abusivamente una sirena bitonale sulla sua vettura; un uomo che portava abusivamente un coltello sulla sua vettura. Segnalati al prefetto 5 giovani trovati in possesso di modiche quantita’ di stupefacente per uso personale. Insieme alla polizia locale sono state contestate 29 infrazioni al codice della strada e sottoposti a sequestro o fermo amministrativo 19 scooter.

Continua a leggere

I più letti