Benevento, Baroni: “Godiamoci la festa, Vigorito un presidente unico”

“Sono contento perche’ il Benevento ha espresso un calcio offensivo e i ragazzi mi hanno seguito, sono stati bravi e abbiamo disputato un campionato stratosferico. La programmazione e’ importante, i playoff rappresentano un traguardo raggiunto ed e’ straordinario”. Cosi’ il tecnico della neopromossa Benevento, Marco Baroni, ai microfoni di Radio Crc e qualche ora dopo la festa per lo storico traguardo della serie A portato a casa. “Qui ho trovato una citta’ che mi porta fortuna, ho portato tutto il mio entusiasmo e la voglia che avevo di offrire qualcosa di diverso. Ho costruito questa squadra con giocatori offensivi perche’ in serie B volevo portare un’idea differente visto che in questa categoria tutti tendono a non far giocare gli altri piu’ che proporre il proprio gioco”, le parole di Baroni che ritiene ancora prematuro parlare di futuro. “Questo e’ il momento di festeggiare, poi ne parleremo con la testa libera e lucida. C’e’ un rapporto particolare con il presidente Vigorito che va al di la’ dell’aspetto professionale e nei prossimi giorni troveremo il tempo per valutare ogni situazione. Il presidente e’ una persona che sa realizzare i sogni perche’ anche nella sua attivita’ ha creato qualcosa di innovativo e straordinario e quando ci sono queste condizioni nulla e’ impossibile – spiega l’ex difensore -. La serie A e’ un campionato difficilissimo, non occorre solo denaro e c’e’ da correre, ma Vigorito e’ unico. Creare subito qualcosa di importante non e’ facile, ma il Benevento e’ stato bravo perche’ ha unito il lavoro tecnico-tattico a una professionalita’ e umanita’ straordinaria e l’unione di queste due forze hanno creato un gruppo vincente”. Tra i protagonisti della promozione il portiere Cragno. “E’ molto bravo, ha una reattivita’ pazzesca ed e’ migliorato molto nel gioco con i piedi. Chiedevo a lui cio’ che chiede Sarri a Reina. Cragno e’ molto giovane e dopo il campionato disputato e’ uno dei piu’ promettenti”, spiega Baroni che nella carriera da calciatore ha vestito la maglia del Napoli. “Allenare questa squadra sarebbe straordinario, ma sono abituato a stare con i pedi per terra. Ho raggiunto un traguardo importantissimo e questo e’ il momento della gioia, poi proveremo di nuovo a conquistare qualcosa di piu’ difficile e quindi – conclude Baroni – per questo ancora piu’ stimolante”.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati