Il Papa nomina il vicano Arturo Aiello vescovo di Avellino

Il Papa ha nominato Vescovo di Avellino monsignor Arturo Aiello, trasferendolo dalla diocesi di Teano-Calvi. Mons. Aiello e’ nato a Vico Equense, il 14 maggio 1955.
Si è diplomato al Liceo classico e frequentato poi i corsi di filosofia e diteologia presso la Pontificia facoltà teologica dell’Italia meridionale di Napoli, sezione “San Luigi”, conseguendo il baccalaureato nel 1979, laureandosi quindi in sociologia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. Viene ordinato presbitero da Antonio Zama,vescovo di Castellammare di Stabia il 7 luglio 1979. Dal 1992 è stato parroco a Piano di Sorrento. Il 13 maggio 2006 è stato nominato vescovo di Teano-Calvi da papa Benedetto XVI.

L’annuncio della nomina del nuovo vescovo della Diocesi di Avellino, monsignor Arturo Aiello, attuale titolare di quella di Teano-Calvi, e’ stato dato in contemporanea con quello della sala stampa vaticana da monsignor Vincenzo De Stefano, dal gennaio scorso amministratore diocesano dopo il trasferimento di monsignor Francesco Marino alla Diocesi di Nola, che nel salone della Curia di Avellino ha dato lettura del plico inviato dalla Nunziatura Apostolica del Vaticano. Al vescovo eletto e’ stato inviato un telegramma di congratulazioni e auguri a nome di tutta la chiesa avellinese. Sessantadue anni, due lauree, una in teologia e l’altra in sociologia conseguita presso l’universita’ “Federico II” di Napoli, monsignor Aiello venne consacrato vescovo il 30 giugno del 2006, dopo una intensa esperienza parrocchiale a Piano di Sorrento (Napoli). “Carismatico e informale”, cosi’ viene descritto il nuovo Vescovo di Avellino, con un grande interesse per il mondo giovanile, sul quale esercita una grande ascendente, come testimoniano le sue precedenti esperienze pastorali. L’insediamento di Monsignor Aiello nella Diocesi di Avellino avverra’ entro i prossimi 45 giorni. 

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati