Napoli, De Laurentiis replica a Sarri: “Contratto ricco? Verificheremo quanto vinto. Mertens? Siamo alle battute finali”

Sono riprese le schermaglie a distanza tra il tecnico del Napoli, Maurizo Sarri e il presidente De Laurentiis a proposito del contratto. Il numero uno azzurro aveva detto di volerne fare il Ferguson del Napoli, legandolo a vita alla società partenopea L’allenatore stuzzicato dai giornalisti in conferenza stampa aveva detto: “Devo molto a De Laurentiis ma nel calcio fino ad ora non mi sono arricchito e con il prossimo contratto mi vorrei arricchire. Lo sento come un obbligo nei confronti della mia famiglia. Quando si parla di questa cose e’ sempre difficile avere le idee estremamente chiare. Il Napoli per me e’ una soddisfazione enorme e dopo Empoli tutti parlavano bene di me, ma l’unico che ha avuto le p… di prendermi e’ stato De Laurentiis. Da giocatore ho fatto la miseria. Da allenatore, fino a qualche anno fa ero in serie C ed ho fatto due fallimenti di società. Non mi sono arricchito. Non mi lamento: sarebbe un insulto a chi si alza la mattina alle sei del mattino, ma il prossimo contratto per me sarà importante”. E la risposta altrettanto tagliente di De Laurentiis non si è fatta attendere: “Nel prossimo contratto, quando sarà scaduto quello in essere, assolutamente verificheremo quanti scudetti ha vinto, quante volte saremo arrivati in finale e se avremo vinto qualcosa in Europa, e sarà giusto anche dargli quello che merita. A parte che lui già l’altr’anno ha avuto uno scatto molto elevato, da lui richiesto e concordato”. Poi il presidente del Napoli ha voluto chiarire anche sulla vicenda con rinnovo del contratto di Mertens che sta tanto a cuore al tecnico e ai tifosi: “Con Mertens dipende solo da lui. Io credo che siamo alla fase finale dovrebbero venire in Italia nei prossimi giorni suoi rappresentanti e dovremmo definitivamente e firmare questo prosieguo”,

Contenuti Sponsorizzati