E’ un Napoli meraviglioso: 5 gol e spettacolo a Torino

 Esprimere commenti in questo moneto al gioco e alle vittorie del Napoli può finanche scadere nella banalità ma una squadra che gioca un calcio di questa maniera e segna con tanta facilità pur non avendo un attaccante puro forse non è mai vsto in Italia negli ultimi dieci anni. Glia zzurri grazie alle meraviglie del proprio tridente: Callejon, Mertens e Insigne regalano spettacolo e gol a Torino. Ben cinque, in totale: ne fa due (con assist per Zielinski) Callejon, uno Mertens che serve anche un pallone perfetto per Insigne. Il secondo posto e’ di nuovo realta’, anche se il Napoli dovra’ tifare Juventus stasera: se i bianconeri fermano la Roma, la strada verso la qualificazione diretta alla Champions League sara’ spianata. Dopo un derby da applausi, il Torino va decisamente dietro la lavagna con cinque reti sul groppone: svuotato e svagato, ha regalato campo a un Napoli deciso a strappar via i tre punti, vitali per la rincorsa al secondo posto. E che non a caso va subito in gol: verticalizzazione di Allan per Callejon, diagonale perfetto dello spagnolo che firma il 12esimo gol stagionale. L’ex Real, innescato da Hysaj, si divora il bis al 19′, mentre – con la difesa del Torino (priva dello squalificato Moretti, al suo posto il disastroso Carlao) in bambola – il Napoli va a nozze: Mertens pero’ spedisce alto il pallonetto. Spettacolare ma anche lezioso il Napoli: altro pallonetto, stavolta a firma Insigne, il Torino – che ha appena fatto il solletico a Reina in due circostanze con Reina – resta in partita, un po’ a sorpresa, fino all’intervallo. Anzi, al rientro si vede un Torino piu’ convinto e intraprendente, forse Lombardo – sostituto dello squalificato Mihajlovic, costretto a ‘ruggire’ dalla tribuna – ha strigliato i suoi: Reina e’ prontissimo sul destro di Benassi, mentre ‘soffia’ sulla conclusione di Boye’ che sfiora l’incrocio dei pali. E’ solo un’illusione. Iturbe entra proprio per Boye’ all’ora di gioco, ma l’ex romanista perde un pallone sanguinoso che innesca il tridente di Sarri: Callejon per Mertens, altruista e preciso per Insigne, implacabile davanti ad Hart. Il Toro deraglia di nuovo: triangolazione Mertens-Callejon-Mertens, Hart ci mette una pezza (62′). Sarri mette linfa nuova a centrocampo: fuori Allan e Hamsik, dentro Zielinski e Rog. Al 72′, cala definitivamente il sipario: Mertens disorienta Rossettini e beffa Hart, sorpreso sul suo palo. Non e’ finito il calvario granata: si invola Ghoulam sulla fascia, Callejon in scivolata firma la doppietta personale a coronamento di una partita perfetta. 

TORINO-NAPOLI 0-5

TORINO (4-2-3-1): Hart 5; Zappacosta 4.5, Rossettini 4, Carlao 4, Molinaro 4; Baselli 5 (30’st Obi sv), Benassi 6 (17’st Gustafson 5); Iago Falque 5.5, Ljajic 5, Boye’ 6 (14’st Iturbe 4); Belotti 5.5. In panchina: Padelli, Cucchietti, Castan, Lopez, Valdifiori, Barreca, Lukic, Avelar, De Silvestri. Allenatore: Lombardo (Mihajlovic squalificato) 5

NAPOLI (4-3-3): Reina 6; Hysaj 6.5, Albiol 6.5, Koulibaly 6.5, Ghoulam 6.5; Allan 7 (19’st Zielinski 6.5), Jorginho 6.5, Hamsik 6.5 (21’st Rog 6); Callejon 8 (36’st Milik 6), Mertens 7, Insigne 7 In panchina: Rafael, Sepe, Strinic, Giaccherini, Maggio, Chiriches, Pavoletti, Diawara, Tonelli. Allenatore: Sarri 7.5

ARBITRO: Irrati di Pistoia 7

RETI: 7’pt Callejon; 15’st Insigne, 27’st Mertens, 31’st Callejon, 33’st Zielinski

NOTE: pomeriggio soleggiato, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Baselli, Gustafson, Albiol. Angoli: 7-3 per il NAPOLI. Recupero: 1′; 0′. 

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati