L’area attorno l’antica Porta Capuna di Napoli il prossimo 13 maggio sara’ al centro dell’evento #CUOREDINAPOLI, un nuovo progetto ideato e realizzato dal Corso di Nuove Tecnologie dell’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, la Municipalita’ 4 del Comune di Napoli e alcune associazioni e privati che agiscono sul territorio. Sulla Porta verra’ installata “Cuore”, scultura pulsante e luminosa, composta da 27 pixel, in precedenza posizionata sulla collina di San Martino (2014) e sulla Stazione Marittima (2015) in occasione, rispettivamente, della terza e della quarta edizione del Festival del Bacio a Napoli. Il territorio verra’ assunto come campo di azione in cui realizzare una grande scultura antropologica relazionale. Lungo il percorso, che si compone e vive di relazioni, saranno posizionati dispositivi estetici acceleranti e installazioni interattive con cui il pubblico potra’ partecipare all’immensa opera collettiva, diventando attore e spettatore al tempo stesso. L’intera comunita’ sara’ coinvolta attivamente nella manifestazione e circa 200 esercizi commerciali ‘vestiranno a festa’ le proprie vetrine. Inoltre le strade accoglieranno esibizioni musicali – da cori gospel e ‘a cappella’, murge e buskers -, contribuendo a consolidare lo spirito relazionale dell’opera. Il grande cuore rosso pixellato pulsante bifacciale, segno distintivo anche della vasta campagna di comunicazione iniziata da alcuni mesi, verra’ installato sull’imponente torre di Porta Capuana e scandira’ il tempo dell’evento come simbolo di accoglienza.

#CUOREDINAPOLI e’ un contenitore di significati complessi ed eterogenei, strettamente connessi all’esperienza della relazione, ed e’ una piattaforma di condivisione e di comunicazione che produce uno scambio di esperienze e di energie in grado di modificare profondamente l’animo e il ‘sentire’ dei soggetti coinvolti. E’ il punto di partenza ideale, sul piano simbolico, per costruire un percorso di appartenenza comune. Attori dell’evento sono i cittadini, gli esercizi commerciali, le associazioni, le scuole e tutti coloro che, ormai da settimane, collaborano attivamente alla produzione di un’opera d’arte relazionale. Inoltre, raccolti sotto il simbolo del cuore pixelato, ponte tra un sentimento etereo e forma materica, anche numerosi testimonial del mondo della musica italiana hanno espresso il loro appoggio al progetto attraverso i social network. Soprattutto la campagna social consente da anni al segno #CUOREDINAPOLI di diffondersi come contenitore di sentimenti, narrati per questo evento attraverso spot video che raccontano “‘o bbuono e ‘o malamente”, cioe’ le tante contraddizioni che nutrono Napoli. Lungo il percorso, che si irradia da uno dei due torrioni dell’antica porta su cui verra’ posizionata la scultura luminosa e pulsante “Cuore”, si esibiranno musicisti di strada, cori gospel, bande e sara’ possibile partecipare all’esperienza della festa, interagendo con le numerose installazioni disposte in una ampia area (da via dei Tribunali a piazza Enrico De Nicola, da piazza San Francesco a Capuana a via Casanova, da via Carbonara a via Poerio): panchine e scale sonore, tunnel che si illuminano con l’intensita’ della voce, sculture luminose e una grande scritta itinerante. Fondamentale e’ la partecipazione dei commercianti della zona che addoberanno le proprie vetrine e dedicheranno all’evento produzioni proprie, sconti sui prodotti, brindisi, momenti conviviali e di aggregazione ispirati al #CUOREDINAPOLI.

Da alcune settimane un’ampia campagna di comunicazione capillare e face-to-face invita tutti gli abitanti dell’area attorno a Porta Capuana a esibire sul proprio balcone un drappo rosso che verra’ manenuto fino al giorno dell’evento: un semplice gesto che richiama una delle piu’ caratteristiche abitudini estetiche napoletane. Il Corso di Nuove Tecnologie dell’Arte (NTA) dell’Accademia di Belle Arti di Napoli ha l’obiettivo di assicurare una formazione nell’ambito della ricerca artistica, proponendo soluzioni innovative e originali nel campo delle nuove tecnologie e della comunicazione. Il Laboratorio Mobile di Sperimentazione e’ il luogo attorno al quale si articola e si sviluppa la vita accademica dello studente, che partecipa ai progetti, proposti come occasioni di ricerca e di verifica della propria crescita e della propria formazione.

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati