Carro armato Napoli: asfaltata anche la Fiorentina

Napoli's Kalidou Koulibaly (R) jubilates with his teammates after scoring the goal during the Italian Serie A soccer match SSC Napoli vs ACF Fiorentina at San Paolo stadium in Naples, Italy, 20 May 2017. ANSA/CIRO FUSCO

 Napoli a valanga, Fiorentina travolta. La squadra di Sarri sta vivendo un momento magico, sul piano del gioco e dei gol, e ha dominato nettamente la Viola gia’ nel primo tempo. I due gol di Koulibaly e Insigne, il palo di Mertens e le altre occasioni mancate di poco hanno marcato la superiorita’ degli azzurri contro un avversario che ha badato soprattutto a limitare la debordante squadra di Sarri, che ha segnato il terzo gol con Mertens su errore di Tatarusanu. Dopo il punto di Ilicic, il secondo gol del belga ha chiuso la questione. Il Napoli e’ arrivato a 90 gol, un record, Mertens a 27. La vittoria della Roma sul campo del Chievo ha dato la carica al Napoli contro la Fiorentina per stare a ruota dei giallorossi e il successo sui viola ha tenuto la situazione in classifica immutata. Ora la squadra di Sarri deve sperare che la Roma sbagli la partita col Genoa, ma in occasione della festa per l’addio di Totti sara’ difficile che i giallorossi falliscano. Intanto la sconfitta del San Paolo ha probabilmente tagliato definitivamente le gambe alla Fiorentina nella corsa all’Europa. Sarri aveva schierato dall’inizio Zielinski a centrocampo, lasciando immutata il resto della formazione. La Fiorentina, senza gli squalificati Borja Valero e Astori aveva recuperato Gonzalo Rodriguez, De Maio e Badelj, ma aveva cominciato con Cristoforo sulla corsia di destra e Ilicic in avanti. La Fiorentina ha dato subito l’impressione di voler limitare i danni, facendo densita’ a centrocampo e cercando di far girare palla. Ma il gol di Koulibaly dopo soli 8′ ha messo subito in difficolta’ la squadra di Sousa, dominata da un Napoli veloce e battagliero.

 Su un angolo da sinistra, Hamsik ha colpito di testa, Tatarusanu ha respinto e Koulibaly ha insaccato da pochi passi. La squadra di Sarri ha continuato ad attaccare e Mertens, su una palla persa da Cristoforo sulla trequarti, e’ partito verso la porta viola: da ottima posizione il belga ha tirato fuori. Lo stesso Mertens poco dopo ha ricevuto ai 25 metri e ha sparato colpendo il palo esterno alla sinistra del portiere viola. L’unica azione offensiva della Fiorentina, nel primo tempo, e’ stata conclusa da Ilicic che, con un sinistro deviato da Jorginho, ha messo fuori. Poi e’ ripresa l’offensiva dei padroni di casa e Insigne, dai 30 metri di destra, ha tirato di poco fuori. Al 36′ il raddoppio partenopeo: un errore di Cristoforo sulla trequarti ha permesso a Zielinski di lanciare centralmente Insigne che ha battuto Tatarusanu sulla destra. Un primo tempo a senso unico, dominato dalla squadra di Sarri che ha mostrato un centrocampo superiore a quello viola, costruendo il gioco d’attacco che ha messo in gran difficolta’ la squadra di Sousa. Bernardeschi ha cominciato il secondo tempo con un tiro-cross da destra che ha costretto Reina a un intervento complicato. La Fiorentina e’ apparsa piu’ determinata e il Napoli ha accusato qualche crepa, perdendo qualche pallone (Hamsik). Un tiro alto di Kalinic, una saetta bassa e fuori di Insigne, poi l’ingresso di Babacar e Tello fra i viola. Il Napoli ha agito pericolosamente in contropiede. E su un errore di Tatarusanu su angolo da sinistra colpito da Insigne, Mertens ha messo al sicuro la vittoria da due passi. Ma il gol di Ilicic al 15′ ha tirato speranza ai viola: Tello da sinistra, intervento di Vecino e lo sloveno da dietro ha insaccato basso dalla lunetta.

Poco dopo Bernardeschi di sinistro ha mancato di poco il bersaglio. Ma Mertens al 19′ ha chiuso la gara: Insigne per Hamsik sulla sinistra, tiro respinto da Tatarusanu e il belga ha insaccato ancora. Sarri ha fatto entrare Rog (Hamsik) e Diawara (Jorginho). Reina ha dovuto prendere due tiri di Tello e Ilicic. Il Napoli ha cercato il quinto gol con Callejon. Applausi per Mertens, sostituito da Pavoletti. Sousa ha fatto entrare Saponara (Kalinic). Reina ha poi impedito al solissimo Babacar di segnare. Napoli meritatamente vincitore e risultato che ha rispecchiato le difficolta’ dei viola. 

NAPOLI-FIORENTINA 4-1

NAPOLI (4-3-3): Reina 6.5; Hysaj 7, Albiol 6, Koulibaly 6.5, Ghoulam 6; Zielinski 7, Jorginho 7.5 (23’st Diawara 6), Hamsik 6 (20’st Rog 6.5); Callejon 7, Mertens 8 (33’st Pavoletti sv), Insigne 7.5. In panchina: Rafael, Sepe, Maggio, Chiriches, Giaccherini, Strinic, Milik, Giaccherini. Allenatore: Sarri 7.5.

FIORENTINA (3-4-2-1): Tatarusanu 4.5; Tomovic 4.5, De Maio 4.5, Rodriguez 5; Cristoforo 4.5 (8’st Tello 6.5), Vecino 5.5, Badelj 6, Olivera 6 (8’st Babacar 5); Ilicic 6.5, Bernardeschi 6; Kalinic 4.5 (36’st Saponara sv). In panchina: Sportiello, Salcedo, Dragowski, Milic, Maistro, Chiesa, Hagi, Mlakar. Allenatore: Paulo Sousa 6.

ARBITRO: Rizzoli di Bologna 6.5.

RETI: 8’pt Koulibaly, 36’pt Insigne, 11’pt e 19’st Mertens, 14’st Ilicic.

NOTE: serata calda, terreno in ottime condizioni. Spettatori: 50mila circa. Ammoniti: Albiol, Koulibaly, Vecino. Angoli: 6-5 per la Fiorentina. Recupero: 0′, 0′. 

Contenuti Sponsorizzati