Carboni, Juve Stabia: “Contro la Reggiana senza fare calcoli e concentrati al massimo”

Il tecnico della Juve Stabia Guido Carboni, analizza la gara di sabato sera al Mapei Stadium con la Reggiana per la prima delle due sfide del secondo turno play off di Lega Pro: “Affrontiamo un avversario con blasone ed organico importante. Il torneo inizia adesso. Noi siamo convinti di far bene. Dobbiamo pensare a far bene già sabato, senza gestire le energie per il ritorno. I calcoli non si fanno mai. Dobbiamo sbagliare poco. Abbiamo cercato di lavorare tutto insieme per correggere certi errori, io non ho meriti particolari; ora pensiamo a questi 90 minuti, molto passa dalla gara d’andata. Per Kanoute aspettiamo un’ulteriore visita ma le notizie non sono incoraggianti, mi dispiace tanto per il ragazzo. Atanasov sta meglio ma non so se regge i 90 minuti, troverà spazio, abbiamo recuperato un giocatore importante. Prepariamo la gara senza eccessivo nervosismo consapevoli che se giochiamo come sappiamo possiamo fare bene. Valuterò il modulo in questi ultimi due giorni, ma più del modulo è importante l’atteggiamento. I primi turni sono i più difficili. La Reggiana ha rischiato e anche noi non eravamo proprio tranquilli. Sono convinto di far bene. La Reggiana ha grandi giocatori e ha speso molto, Carlini, Bovo, Genevier sono bei giocatori. La concentrazione che abbiamo messo domenica scorsa la vorrei rivedere. Non riusciamo a ripetere il bel calcio d’inizio stagione, ma se li martello sempre, ci si può riavvicinare. Bisogna stare sempre concentrati al massimo. Quando sono arrivato qualcuno non era al massimo della condizione, ora invece stiamo meglio, stiamo recuperando anche in condizione atletica. Ora c’è bisogno della spinta di tutti. Il “Menti” è sempre stato un fortino.I nostri tifosi sono encomiabili perché si accollano spese per seguirci. Per noi è importante crearci e creare entusiasmo “.

 Ivano Cotticelli

Ivano Cotticelli
Contenuti Sponsorizzati