Arzano, stop alla refezione scolastica, colpita da interdittiva antimafia la società di somministrazione pasti

Arzano.Stop alla refezione scolastica, colpita da intedittiva antimafia la società di somministrazione pasti. La commissione straordinaria ha revocato l’appalto triennale per il servizio mensa scolastico nelle scuole l dell’Infanzia, Primarie, secondarie di 1° grado, affidato dopo contratto di avvilimento con una dita di Sant’Antimo, alla Cardamone group srl, perché, come si legge in una determina dirigenziale, il Prefetto di Cosenza, ha trasmesso informativa interdittiva nei confronti della stessa società che gestisce il servizio. Il prefetto di Cosenza ha emanato una nota antimafia nei confronti della Società Cardamone Group di Cosenza dell’imprenditore Renzo Cardamone con sede in Celico, ovvero la società che gestisce il servizio di ristorazione in diverse strutture ospedaliere del cosentino.La Commissione Straordinaria ha sospeso in autotutela in via cautelativa il servizio di refezione scolastica per le scuole dell’infanzia e scuole primarie. Revoca giunta dopo che nei mesi scorsi era stao aggiudicato il servizio della mensa scolastica per il triennio 2016/2018.Da ieri dunque, nelle scuole è arrivata la comunicazione, poco chiara secondo i genitori che, senza preavviso annunciava l’immediata sospensione della refezione scolastica. Stessa cosa per la mancata informazione a tutti quei genitori che si erano recati al comune per ritirare i blocchetti e a cui nessuno avrebbe comunicato che perché il servizio era sospeso.
Ciro Bene

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati