Ardemagni e Castaldo mettono il timbro sulla salvezza dell’Avellino

L’ Avellino alla ricerca della salvezza, il Latina già retrocesso per congedarsi con onore dalla cadetteria. Dinanzi ad un ‘Partenio-Lombardi’ stracolmo, complice la politica dei prezzi stracciati attuata dal sodalizio biancoverde in settimana, Avellino e Latina si danno battaglia in quella che è, di fatto, l’ultima giornata della regular season di Serie B ConTe.it 2016/2017.
Il match del Partenio è subito pimpante: l’Avellino, che presenta nell’undici iniziale la sola novità Paghera in luogo di Omeonga, prova a cercare la via della rete dopo appena 15′ con una doppia clamorosa occasione, prima Castaldo impegna di testa Grandi poi D’Angelo, sulla ribattuta, colpisce la traversa. Nel miglior momento dei biancoverdi, una grave ingenuità di Moretti a centrocampo spiana la strada al contropiede del Latina che, con Pinato al minuti numero 22, ha la più ghiotta delle occasioni, Radunovic tuttavia sventa abilmente il pericolo. Trascorre qualche minuto sul cronometro e, a sorpresa, è il Latina a passare in vantaggio al Partenio: splendida azione a centrocampo del Latina con scambi veloci e rapidi chiusi con un filtrante per Insigne spedito dritto verso la porta irpina; proprio l’ex calciatore dell’Avellino buca Radunovic imparabilmente con una conclusione mancina a giro gelando il Partenio. E’ sui piedi dello stesso Insigne, una manciata di minuti più tardi, la palla goal del possibile doppio vantaggio pontino ma l’ex attaccante dei lupi, a tu per tu con Radunovic, calcia debolmente. La prima frazione termina con gli ospiti in vantaggio, a sorpresa, sui padroni di casa dell’Avellino. Ripresa nuovamente appannaggio dei padroni di casa con Castaldo bravo a trovare la via della rete, marcatura tuttavia annullata dal direttore di gara per presunto fallo in area di rigore pontina dello stesso Castaldo. I successivi minuti di gara sono un monologo avellinese, piuttosto sterile, che non crea notevoli grattacapi alla difesa laziale. Al 22′ ci prova ancora Castaldo di testa, Grandi blocca senza problemi. Passano tre minuti e Grandi evita ancora la rete del pareggio irpino neutralizzando una conclusione del neo entrato Eusepi ma è solo il preludio al meritato pareggio irpino che si materializza al 26′, grazie all’incornata vincente di Matteo Ardemagni a suggellare una pressione esercitata dai primi minuti della ripresa. L’Avellino ci crede e continua a macinare gioco, combinazione Eusepi-Ardemagni con quest’ultimo che tenta la la conclusione a rete, Grandi c’è. Al minuto numero 38 l’Avellino completa la rimonta grazie a Castaldo, il quale si fionda su una palla vagante in piena area di rigore ospite battendo imparabilmente Grandi: esplode di gioia il Partenio-Lombardi. L’Avellino vede la salvezza ad un passo. Lultima occasione è di Verde che, dopo un coast-to-coast, impegna severamente Grandi in pieno recupero. E’ praticamente l’ultima azione del match che, dopo 5′ di recupero, segna la fine dell’incontro con la vittoria dell’Avellino e la conseguente salvezza diretta in virtù della sconfitta del Trapani a Brescia.

 Mario Miccio

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati