Totò, il rettore Manfredi: “Uno dei più straordinari interpreti dello spettacolo comico”

“Uno dei piu’ straordinari interpreti dello spettacolo comico, teatrale e cinematografico italiano, lasciando contributi incisivi anche come drammaturgo, poeta, paroliere e cantante” ha detto Gaetano Manfredi, rettore dell’Universita’ Federico II di Napoli, in occasione della cerimonia per conferire a Toto’, a 50 anni dalla sua scomparsa, la laurea ad honorem alla memoria in Discipline dello spettacolo. “Il suo impegno come attore, la sua strepitosa, indimenticabile motilita’ fisica – ha affermato – hanno saputo attingere alla grande tradizione della commedia dell’arte, ma anche sfruttare, come non mancarono di notare prontamente Pier Paolo Pasolini e Carmelo Bene, suoi grandi ammiratori, la relazione strettissima tra marionetta e corpo umano teorizzata e praticata dalle avanguardie storiche”. “Nato e cresciuto prima degli anni Quaranta del secolo scorso – ha concluso – Toto’ ha saputo mettere in scena, a teatro, a cinema e in televisione, la tendenza tipicamente italiana del secondo dopoguerra alla fusione tra il ‘popolo’ e la ‘piccola borghesia’, ancora attratta dall’aristocrazia: il principe de Curtis”. 

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati