Rubavano bancali legno a ditta e li rivendevano, arrestati

Rubavano bancali in legno alla propria ditta per poi rivenderli. I carabinieri della Stazione di Fiumicino hanno arrestato un 46enne romano e un 45enne della provincia di Salerno, rispettivamente magazziniere e autotrasportatore di una nota società di spedizioni. Da qualche tempo, la società di spedizioni, nella zona industriale di Fiumicino, era vittima di episodi di furto di numerosi bancali utilizzati per il trasporto di lotti di medicinali. Ricevuta la denuncia, i carabinieri hanno organizzato un servizio mirato a individuarne i responsabili. Alle prime luci dell’alba, i militari si sono appostati nei pressi della sede della società dove vengono stoccati i materiali in spedizione e senza attendere molto, hanno individuato una talpa all’interno della società, intenta a prendere contatti con un autotrasportatore appena giunto sul posto. La circostanza che ha fatto insospettire gli uomini dell’Arma è stata che l’autotrasportatore conduceva un camion frigo, ben diverso dal tipo di trasporto utilizzato dalla società, che impiega solo autocarri con il proprio logo. I carabinieri hanno notato il camion entrare all’interno dell’area del magazzino e i due uomini caricare oltre 60 pedane di legno all’interno. A questo punto hanno deciso di intervenire bloccando il camion che stava per allontanarsi e fermando anche i due complici. La rivendita illecita dei bancali avrebbe fruttato almeno un migliaio di euro, che i due avrebbero potuto dividersi se i carabinieri non li avessero sorpresi. I due arrestati sono stati accompagnati presso le aule del Tribunale di Civitavecchia con l’accusa di furto in concorso.

Contenuti Sponsorizzati