Pompei: ragazzi rovesciano immondizia in mezzo alla strada. Scoperti dai Carabinieri ammettono: -“Abbiamo cominciato per gioco. Poi ci siamo fatti prendere la mano…”
La notte del 28 febbraio  un gruppo di ragazzi ha rovesciato i bustoni dei rifiuti e divelto alcune fioriere sul corso principale di via Roma a Pompei, tanto da provocare danneggiamenti nonché rallentamenti alla circolazione stradale. Il raid teppistico è finito sui social con tanto di proteste da parte di cittadini e commercianti della città mariana indignati del fatti. Solo l’intervento della società incaricata del servizio di pulizia, disposto d’urgenza, ha portato al ripristino della situazione.
I carabinieri dello locale stazione di Pompei sono intervenuti provvedendo ad acquisire i filmati registrati dagli impianti di videosorveglianza della zona. L’audizione di alcune persone presenti e l’analisi delle immagini hanno consentito ai militaridi identificare i componenti del gruppo: si tratta di 4 studenti minorenni di ritorno da una festa.
Sentiti in caserma con le modalità previste dalle Legge per la loro minore età, hanno ammesso la partecipazione all’episodio vandalico spiegando che non volevano causare problemi ma che dopo una notte di divertimento avevano cominciato a rovesciare i sacchetti per gioco. Poi si erano fatti prendere la mano… mentre uno di loro riprendeva la scena con una telecamera.

“Benvenuti all’Inferno”, la gara di calcio dilettanti si trasforma in guerriglia: otto calciatori feriti

Notizia Precedente

Ancora raid in centro a Napoli: vetrine sfondate accanto al Comune

Prossima Notizia

Ti potrebbe interessare..