Il sindaco di Pomigliano d’Arco , Lello Russo, allarga il divieto di fumare, già in vigore nei locali di uso pubblico, nei parchi e nei giardini pubblici all’aperto della città, per garantire la ”salute e la sicurezza dei cittadini”, ed annuncia sanzioni amministrative di 200 euro contro i trasgressori. Con un’ordinanza, Russo ha vietato le ‘bionde’, ma anche i sigari e le pipe, nei luoghi pubblici frequentati solitamente dalle famiglie, come il Parco Giovanni Paolo II, il Parco delle Acque, ed i giardini dell’Infanzia, dopo numerose segnalazioni da parte dei cittadini infastiditi dal fumo passivo sebbene in luogo aperto. ”Fumare in presenza dei bambini costituisce cattivo esempio ? ha detto il sindaco ? e non vi è dubbio che l’interesse pubblico primario consista nel garantire sicurezza e salute dei cittadini, ma c’è anche l’aspetto della tutela ambientale giacché eventuali mozziconi di sigaretta rischiano di causare incendi o comunque danni alle piante e alla vegetazione dei nostri parchi”. In caso di eventi o manifestazioni nei parchi urbani, saranno gli organizzatori ad avere l’obbligo di esercitare il controllo sull’osservanza del divieto, individuando gli addetti alla sorveglianza tra il proprio personale.

Camorra&Cemento al Vomero: la Cassazione rigetta il ricorso della Dda sugli arresti dei colletti bianchi legati ai Simeoli

Notizia Precedente

Inchiesta Consip, resta in cella Romeo: rigettata istanza scarcerazione

Prossima Notizia

Ti potrebbe interessare..