“Nei giorni scorsi dopo 60 giorni di lavoro, ascolto, presenza silente, io e Ciro Scarciello ci siamo visti dal vivo” dice il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, commentando l’incontro con il commerciante che ha denunciato nei mesi scorsi l’abbandono da parte dello Stato in un’area degradata ed il clima intimidatorio nel Rione Duchesca, ciò che gli ha fatto perdere clienti. ”Sono stati 60 giorni di lavoro attento, costante, lontano dai riflettori senza approfittare dell’attenzione mediatica del momento – aggiunge il sindaco – Avevamo promesso a Ciro che la sua coraggiosa denuncia non sarebbe rimasta inutile, che avremmo agito subito e poi ci saremmo visti. Siamo intervenuti fin dai primi giorni di gennaio con i commercianti della zona, con i residenti, per iniziare un lento, ma continuo cambiamento della ‘Maddalena’. Abbiamo iniziato collaborando per eliminare quella brutta immagine dovuta alla vecchia impalcatura presente, abbiamo eseguito sopralluoghi per iniziare la sostituzione della pubblica illuminazione con lampade a Led, a breve, avendo liberato i marciapiedi dall’impalcatura, inizieremo con la sistemazione dei marciapiedi, e con la collaborazione di tutti saranno adottati spazi a verde dimenticati da troppo tempo. Era il 4 gennaio quando in via Maddalena ci fu il ferimento di una bambina e di alcuni senegalesi. In tanti, troppi hanno forse pensato più alla passerelle, alle promesse che a fatti concreti, noi come di consueto abbiamo fatto il contrario”. ”Abbiamo lavorato e iniziato un contatto umano, rafforzatosi ogni giorno, oggi guardandoci finalmente negli occhi io e Ciro, sapendo entrambi le difficoltà, abbiamo capito che entrambi abbiamo Napoli nel cuore. Sono ormai legato alle sue colazioni, ci sentiremo spesso, in attesa di annunciare anche con lui ad aprile un’importante novità per il quartiere” conclude l’ex pm.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati