“La vicenda del ragazzo di sedici anni, in provincia di Genova, che si è gettato dalla finestra di casa sua, durante una perquisizione da parte della Guardia di Finanza, dopo un controllo anti droga a scuola, deve far riflettere. Il proibizionismo, le leggi che penalizzano e criminalizzano i consumatori, un approccio sempre e solo ideologico al tema del consumo di sostanze, l’assenza e il continuo rinvio di una legge per liberalizzare la cannabis, sono alla base di tragedie di questo tipo”. Lo afferma Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea. “Il governo – è la sua richiesta – cancelli tutte le politiche proibizioniste, si tolgano anche le sanzioni amministrative per i consumatori, la liberalizzazione delle droghe leggere e legalizzazione del complesso delle sostanze sono la via da seguire nonchè i primi ed unici passi per contrastare le narcomafie. Le nostre condoglianze alla famiglia del ragazzo”, conclude.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati