Napoli http://www.booked.net
+18°C

Seguici sui Social

Acerra

Rapina una moto in una concessionaria: arrestato prima che uscisse

Redazione Cronache della Campania

Pubblicato

il




Il tempismo degli agenti del Commissariato di P.S. “Acerra” ha impedito ad un rapinatore di portare a termine il suo disegno criminoso.
I poliziotti stamane, a seguito di una segnalazione telefonica, si sono recati in una concessionaria di motoveicoli, ove era in corso una rapina. Il rapinatore, identificato per Gennaro Tufano, 20enne di Acerra, era in procinto di allontanarsi dalla concessionaria con una moto da cross.
Il giovane, infatti, poco prima dell’arrivo della polizia, si era presentato nell’esercizio commerciale pretendendo che gli fosse consegnata una moto.
Al diniego da parte del titolare, il 20enne, lasciando intendere di essere armato, non aveva esitato nel prenderlo a schiaffi, per poi salire in sella ad una moto in esposizione.
Al fine di fuggire, aveva preteso dai meccanici dell’officina che fosse rifornita di benzina e che fossero messe a pressione le gomme.
Gli agenti hanno intercettato il giovane mentre stava per oltrepassare la porta carraia della ditta. Inutile il tentativo di fuga a piedi.I poliziotti hanno bloccato Tufano, arrestandolo e conducendolo alla Casa Circondariale di Poggioreale, in quanto responsabile del reato di rapina aggravata.
Sotto la maglia che indossava, gli agenti hanno rinvenuto una fondina per pistola vuota.

Link Sponsorizzati

Acerra

La pasticceria era diventato un ”Drug cake”: in manette il pasticciere e 4 complici

Redazione Cronache della Campania

Pubblicato

il

Sei persone, ritenute responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e coltivazione di una piantagione di marijuana, sono destinatarie di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere su richiesta della locale procura.
Il provvedimento restrittivo, eseguito dai carabinieri, costituisce l’epilogo di un’indagine iniziata nel mese di marzo e conclusa nel novembre 2016. I militari, nel corso delle investigazioni, hanno anche provveduto al sequestro di elevate quantità di eroina, cocaina, cobret, hashish e marijuana.
In un’occasione hanno anche arrestato in flagranza un uomo intento alla coltivazione di una piantagione di marijuana costituita da 20 piante di alto fusto. L’indagine, denominata “Drug Cake” perché uno degli indagati è il gestore di una pasticceria di fatto non attiva ma utilizzata come luogo di incontro per la vendita della droga, ha consentito di disarticolare due piazze di spaccio a Vairano Paternora  e ad Acerra.
La prima era in località Corte a Vairano, caratterizzata da stabilità e professionalità tale da ritenere che per i gestori fosse l’unica fonte di sostentamento: i numerosi clienti si recavano ad acquistare cocaina o hashish oppure ricevevano la droga direttamente a domicilio.
La piazza di Acerra, invece, era frequentata dai giovani dell’area maddalonese e del fondo valle telesino. Il collegamento tra le due piazze era assicurato da uno degli indagati che, per approvvigionarsi di droga da vendere a Vairano, si recava frequentemente dal rifornitore di Acerra.

GLI ARRESTATI

CARCERE
Aniello Galdiero (nato a Villaricca il 12.6.1981)
Giuseppe Sirignano (nato a Maddaloni il 5.10.1977)
DOMICILIARI
Francesca Daniele (nata a Piedimonte Matese il 25.12.1993)
Yuliya Shatalova (nata in Kazakistan il 20.2.1975)
Domenico Trezza (nato a Maddaloni il 19.12.1983)

Continua a leggere

Acerra

Nigeriano costringeva le connazionali a prostituirsi: arrestato ad Acerra. IL VIDEO

Redazione Cronache della Campania

Pubblicato

il

Un nigeriano 29enne già noto alle forze dell’ordine  in Italia senza fissa dimora è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Acerra per sfruttamento della prostituzione.
Indagando su un giro di prostituzione nella zona rurale di Acerra al confine con la provincia di Caserta, i militari hanno accertato che obbligava 4 sue connazionali a prostituirsi, come accertato durante servizi di osservazione dei militari che si erano travestiti da cacciatori per non destare sospetti.
L’intervento dei carabinieri ha posto fine a quella che ormai era diventata una triste routine: ogni giorno l’uomo accompagnava in auto le ragazze sulla zona e le lasciava al margine della strada; poi si allontanava, intimando alle 4 di mettersi subito al lavoro e avvisandole che sarebbe tornato a fine giornata. Al ritorno, con le buone o le cattive si appropriava dei soldi ricavati con il meretricio, come è stato accertato dai militari durante 10 giorni di osservazioni.

Continua a leggere

Acerra

Acerra, espianto di organi a paziente di Villa dei Fiori: tre persone rivivranno grazie a una 70enne

Renato Pagano

Pubblicato

il

Acerra. L’altra notte alla clinica dei Fiori tre medici hanno espiantato ad un 70enne, morta cerebralmente fegato, reni e cornee. Una corsa contro il tempo possibile grazie alla sensibilità e generosità dei familiari della donna ricoverata da alcuni giorni in rianimazione per una grave emorragia cerebrale. I medici hanno lavorato fino all’alba per espiantare fegato, reni e cornee.
Il fegato è stato trapiantato ad un ammalto al Cardarelli di Napoli. Il complesso di Acerra è la prima struttura privata inserita nel circuito nazionale della donazione di organi.

“Non ci è voluto molto tempo per convincere alla donazione i familiari della donna, anzi hanno da subito acconsentito all’espianto” racconta il responsabile del reparto di rianimazione e terapia intensiva Giovanni Addeo.”Acerra è un piccolo centro ed essere considerati idonei a rientrare in una rete di espianti di organi finora appannaggio soltanto dei grossi ospedali napoletani come il Cardarelli o il Monaldi, è per noi un onore” dice il team manager della Clinica dei Fiori.

Continua a leggere

I più letti