Napoli http://www.booked.net
+18°C

Seguici sui Social

Cronaca di Napoli

Napoli, smantellata la piazza di spaccio nella zona della Ferrovia

Redazione Cronache della Campania

Pubblicato

il




Gli uomini della Polizia del Commissariato Vicaria Mercato unitamente a quelli dell’Ufficio Prevenzione Generale hanno arrestato stanotte Angelino Bennardo, ventinovenne di Maddaloni, pregiudicato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.
In occasione degli incessanti servizi di controllo del territorio predisposti nell’area di Piazza Garibaldi e zone adiacenti, finalizzati al contrasto alle attività illegali, criminalità diffusa e tutti i fenomeni di degrado urbano, i poliziotti del Commissariato Vicaria Mercato hanno notato due giovani nei pressi del portone dello stabile ubicato in via Padre Ludovico da Casoria, che cedevano, dietro compenso di soldi, alcune bustine di cocaina ad un ragazzo.
Avvedutisi della presenza dei poliziotti, i due si davano a precipitosa fuga e iniziavano a salire le scale dello stabile cercando la via di fuga dal terrazzo dell’edificio. Dopo un rocambolesco inseguimento l’Angelino veniva bloccato.
Nelle sue tasche venivano rinvenute 3 bustine in cellophane contenenti cocaina, per un peso di 0,61 grammi. Controllato il vano sottotetto dello stabile, nonostante la totale oscurità ed il numeroso materiale di risulta, all’interno di due buste separate, ben occultate sotto delle travi di legno, venivano rinvenute due pistole semiautomatiche, una marca Astra A90 Inox calibro 9×21 corredato di caricatore contenente 12 cartucce, ed una pistola semiautomatica Sil Saver P220 calibro 45, corredata di caricatore contenente 6 cartucce S&B 45 Auto.
Inoltre si rinveniva un piccolo cartoncino con all’interno un bilancino di precisione di colore bianco/nero e numerose bustine in cellophane pronte al confezionamento. L’altro spacciatore nel corso dell’inseguimento all’interno del palazzo si era rintanato all’interno di una abitazione, la cui porta, chiusa a chiave dall’interno anche con l’ausilio di un chiavistello in ferro, veniva aperta solo con l’ausilio dei Vigili del Fuoco.
All’interno dell’abitazione, la cui finestra era rimasta aperta e dalla quale era verosimilmente fuggito l’uomo, venivano rinvenuti un contamonete elettronico, la somma di circa 3000 euro in contanti suddivisi in moneta spicciola e banconote di piccolo taglio, un televisore al quale erano collegate diverse telecamere posizionate in diversi punti dell’androne dello stabile e su via Padre Ludovico da Casoria e zone limitrofe. Il giovane acquirente, a cui veniva contestata la violazione amministrativa di cui all’art.75 del D.P.R. 309/1990, confermava che da anni si riforniva sotto quello stabile dai due giovani, dei quali l’Angelino veniva immediatamente condotto presso le camere di sicurezza della locale Questura in attesa del rito direttissimo.

Link Sponsorizzati

Campania

Carenza di personale della polizia penitenziaria: il Sappe protesta davanti al carcere di Poggioreale

Redazione Cronache della Campania

Pubblicato

il

Carenza di agenti di polizia penitenziaria, 400 in meno rispetto a quanti dovrebbero essere. La Campania soffre una situazione che per i sindacati di categoria mette a rischio la sicurezza sia degli operatori che degli stessi detenuti.
Per questo il Sappe ha deciso di scendere in piazza domani alle 9,30 p davanti all’ingresso del carcere di Napoli di Poggioreale. “Vogliamo gridare il nostro dissenso contro una politica governativa e dell’amministrazione penitenziaria che hanno fatto ormai implodere il sistema penitenziario – spiega il segretario per la Campania Emilio Fattorello – vogliamo denunciare le tante criticità che vivono le donne e gli uomini in divisa negli istituti campani dove la popolazione detenuta è nuovamente in evidente sovraffollamento a fronte di una grave carenza organica”.
Il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha deciso di dislocare nelle carceri risorse impegnate nella sicurezza del Palazzo di Giustizia di Napoli e del Tribunale, e questo ha generato proteste da parte di un altro sindacato di categoria, l’Uspp.
“La polizia penitenziaria ha garantito l’ordine e la sicurezza presso i varchi di ingresso al Tribunale di Napoli gestendo con zelo e professionalità la vigilanza del palazzo nonostante l’elevato afflusso e la particolare tipologia di utenti che popolano ogni giorno le aule di giustizia di partenopee – dice il segretario regionale Ciro Auricchio – questi presidi rischiano di scomparire per decisione dei vertici del Ministero della giustizia allo scopo di razionalizzare le risorse, che sono già notevolmente ridotte dalla legge Madia nonostante l’atavica mancanza di personale nel corpo”.

Continua a leggere

Cronaca di Napoli

Napoli, il vento abbatte un pino in piazzetta Arenella: tragedia sfiorata

Redazione Cronache della Campania

Pubblicato

il

 

“Questa volta è andata bene e non ci sono state vittime, né danni ingenti alle cose, ma è necessario verificare subito se il pino caduto in piazzetta Arenella era pericolante e avviare un piano straordinario in tutti i comuni campani per capire se ci sono altri alberi a rischio cedimento ed evitare tragedie”.
Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, sottolineando che “i rappresentanti del Sole che ride della Municipalità sono andati sul posto non appena hanno avuto notizia del cedimento dell’albero per seguire tutte le operazioni di messa in sicurezza dell’area e sincerarsi sulla mancanza di gravi conseguenze”.
“Le prime piogge di ieri, cadute dopo settimane di siccità, hanno provocato qualche disagio in tutta la Campania dove non sono mancati allagamenti anche perché sono caduti nel vuoto, in molti casi, i nostri appelli alle Amministrazioni comunali a tenere pulite le caditoie ostruite da rifiuti” ha aggiunto Borrelli per il quale “lì dove non s’è intervenuti, bisogna farlo immediatamente per evitare problemi quando le piogge saranno ancor più abbondanti”.

Continua a leggere

Cronaca di Napoli

Napoli, trovato morto in casa alla Vicaria: è giallo

Redazione Cronache della Campania

Pubblicato

il

Un cadavere in avanzato stato di decomposizione e’ stato trovato ieri sera da poliziotti e Vigili del Fuoco dopo un intervento a Napoli in via Giovanni Tappia, nel quartiere popolare della Vicaria.
A chiedere l’intervento, i vicini di casa per la persistenza di cattivi odori sul pianerottolo. Il corpo senza vita era quello di un extracomunitario di eta’ stimata tra i 35 e i 40 anni, morto per le conseguenze di un colpo di arma da fuoco.
Poco distante dal cadavere e’ stata trovata una pistola. L’ipotesi prevalente per spiegarne la morte sembra essere quella del suicidio, ma il dettaglio di un appartamento a soqquadro, come se qualcuno avesse rovistato nell’abitazione, non fa escludere altre piste di indagine. La salma e’ stata posta a disposizione dell’autorita’ giudiziaria.

Continua a leggere

I più letti