Napoli http://www.booked.net
+18°C

Seguici sui Social

Avellino e Provincia

Dodicenne caduto dal tetto nell’Avellinese mentre faceva ‘parkour’: aperta un’inchiesta

Redazione Cronache della Campania

Pubblicato

il




Era un appassionato di “parkour”, le pericolose acrobrazie sui percorsi urbani, il ragazzo di 12 anni di Atripalda  caduto dal tetto di una ex scuola abbandonata nel tentativo di saltare su un edificio adiacente.
Lo rendono noto i carabinieri del Comando provinciale di Avellino che sul caso hanno aperto una indagine. Il giovane, precipitato da un’altezza non inferiore ai 5-6 metri, ha riportato la perforazione del polmone e varie fratture in diverse parti del corpo.
Dopo alcuni giorni trascorsi in prognosi riservata nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale “Moscati” di Avellino, e’ stato dichiarato fuori pericolo e trasferito nel reparto ortopedia del nosocomio avellinese.
Secondo quanto si apprende dagli investigatori, venerdi’ scorso il ragazzo ha marinato la scuola e insieme a due amiche e’ salito sul tetto dell’edificio, abbandonato da 20 anni, dopo essersi aperto un varco nella recinzione.

Link Sponsorizzati

Avellino e Provincia

Rapina stile ‘Arancia meccanica’ ai danni di due anziani nell’Avellinese

Redazione Cronache della Campania

Pubblicato

il

Rapina stile “Arancia meccanica” in Irpinia. Vittime due anziani, fratelli e sorella di Flumeri di 79 e 82 anni, che hanno vissuto un vero e proprio incubo ieri sera:lui legato con le lenzuola al letto, lei tenuta ferma da uno dei rapinatori.
I banditi che evidentemente avevano studiato le abitudini dei due anziani sono entrati nella loro abitazione alla contrada Corvorano di Flumeri.
Tre uomini  sono entrati nella casa rurale e hanno immobilizzato l’anziano che aveva tentato di reagire. In poco tempo hanno fatto razzia di oggetti di valore e di denaro contante
. Il bottino non è stato ancora quantificato dai carabinieri del comando provinciale di Avellino che conducono le indagini. Fortunatamente per i due nessuna conseguenza fisica, ma solo tanto spavento e rabbia per il furto subìto.

Continua a leggere

Avellino e Provincia

Faceva il medico legale senza aver mai conseguito la laurea: scoperto e denuciato

Redazione Cronache della Campania

Pubblicato

il

Esercitavano professioni mediche senza averne alcun titolo. Due persone sono state denunciate dai carabinieri del Comando provinciale di Avellino che, in collaborazione con i militari del Nas di Salerno, hanno scoperto una falsa nutrizionista di 35 anni, residente ad Avellino, e un falso medico di 68 anni di Mugnano del Cardinale.In particolare G.d.l. classe 49 di Mugnano del cardinale in provincia di Avellino é stato denunciato dai carabinieri del Nas di Salerno ( coordinati dal maggiore Vincenzo Ferrara) per esercizio abusivo della professione. Faceva il medico ortopedico e medico legale da circa 40 anni senza aver mai conseguito la laurea.
Le indagini hanno fatto scattare due decreti della Procura di Avellino che ha disposto la perquisizione dei rispettivi studi medici nel corso delle quali sono stati sequestrati documenti e supporti informatici utili a dimostrare le ipotesi investigative.

Continua a leggere

Avellino e Provincia

Truffa da oltre 100mila euro con le card prepagate per il carburante: 4 denunciati

Redazione Cronache della Campania

Pubblicato

il

 

E’ accusato di aver truffato per oltre 110 mila euro la stazione di servizio presso la quale da anni lavorava ad Avellino. Un 53enne, e i suoi tre tre complici di 28, 31 e 72 anni, sono stati denunciati dagli agenti della Questura di Avelino per ricettazione e truffa.
Il sistema escogitato per impossessarsi del denaro utilizzava le card prepagate che la societa’ petrolifera regala a per effettuare rifornimenti o riscuotere premi. In pratica, l’uomo riscuoteva in anticipo una percentuale in contanti dai suoi complici, caricando dai 100 a 200 euro le singole schede, una cinquantina intestate fittiziamente a cittadini extracomunitari compiacenti, che venivano poi utilizzate nell’ambito dello stesso circuito di carburanti per rifornimenti di benzina.
La truffa e’ stata scoperta quando il titolare dell’impianto ha riscontrato una serie di irregolarita’ contabili e ammanchi che quotidianamente avvenivano, sempre durante il turno di servizio del dipendente, sulle ricariche in denaro effettuate sulle card prepagate. In casa e nelle auto degli indagati, gli agenti hanno trovato e sequestrato oltre 1.000 euro in contanti.

Continua a leggere

I più letti